Un gruppo di ricercatori italiani ha messo a punto una nuova terapia genica che "ripara" il cuore colpito da infarto, stimolando la rigenerazione delle sue cellule. La tecnica, sperimentata su esemplari di maiale, è frutto di una collaborazione tra Icgeb (Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologia) di Trieste e Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Lo studio apre una nuova fase nel trattamento delle patologie cardiache.

Registi molecolari - Guidati da Mauro Giacca dell'Icgeb e Fabio Recchia della Scuola Sant'Anna, gli scienziati hanno trasferito nel cuore di maiale colpito da infarto sequenze di informazione genetica chiamate micro-Rna che, come dei "registi molecolari", regolano l'espressione di altri geni.

Un virus usato come navetta - La sequenza, indicata con la sigla microRNA-199, è stata trasferita nel tessuto del cuore a bordo di un virus reso inoffensivo e utilizzato come navetta. Arrivata a destinazione, l'unità ha dunque stimolato la rigenerazione del cuore nel maiale, portando al recupero quasi completo della sua funzionalità un mese dopo l'infarto.

Risultato rivoluzionario - "Dopo tanti tentativi infruttuosi negli ultimi 15 anni con le cellule staminali, per la prima volta abbiamo compreso come sia possibile riparare il cuore in un animale di grossa taglia stimolando direttamente le proprietà delle cellule cardiache sopravvissute al danno", ha spiegato Giacca. I ricercatori hanno dimostrato che è possibile riparare il cuore di un animale sfruttando gli stessi meccanismi con cui rigenera spontaneamente il cuore dei pesci e delle salamandre.

La ricerca continua - "Ci vorrà un po' di tempo prima di poter iniziare la sperimentazione clinica utilizzando questa nuova terapia", hanno sottolineato Giacca e Recchia. "Il trattamento finora è stato condotto con un virus modificato, ma ciò non consente di controllare in maniera precisa il dosaggio o effetti indesiderati a lungo andare. Dobbiamo imparare a somministrare l'Rna come se fosse un farmaco sintetico. Sappiamo che è possibile, perché abbiamo già visto che funziona nei topi", hanno aggiunto. Il fatto che il cuore del maiale sia molto simile a quello umano, dal punto di vista anatomico e fisiologico, renderà più facile trasferire questi risultati sull'uomo.

Lascia un commento

FOLLOW US

genio pubblicitario, genio della pubblicità,pubblicità divertenti, pubblicità geniali, crazymarketing, crazy marketing, pubblicità strane, grandi geni storici, idee geniali giuseppe polizzi genio pubblicitario, immagini strane, illusionismo pubblicitario, pubblicità scandalo, marketing aggressivo, marketing d'impatto, siti con immagini, divertenti, pubblicità artistiche, artista pubblicitario, genio della pubblicità, pubblicità famose, pubblicità storiche, idee geniali pubblicità, miglior pubblicitario, immagini bizzarre, pubblicità comiche, aforismi famosi, aforismi pubblicità, slogan pubblicitari, genio folle, pubblicità più belle, miglior pubblicità italianepubblicitari famosi, artista pubblicitario, visi famosi, volti di geni, idee geniali, pubblicità intelligenti, personaggi pubblicitari famosi, fondatore crazymarketing talento italiano, advertising genius, genius, genius of advertise, art advertisement, crazy marketing, giuseppe polizzi genius, new genius, advertising art, art and advertising, aphorism, art used in advertising, modern art advertising, arts and advertising, famous genius advertising, crazy people advertisement, worldwide advertising genius, famous people marketing, crazy advertisement, art marketing, pop art in advertising, commercial and advertising art, famous italian genius advertising, best advertise ideas,crazy ads, genius face, funny advertisements, comic advertising, genius of advertising, genius faces, crazy pictures, crazy slogans, advertising illusion, intelligent advertising, historical advertising, my crazy marketing founder, crazy advertisement talent

CONTATTAMI

My crazy Marketing - Giuseppe Polizzi - Advertising Genius

 info(at)giuseppepolizzi.net

Italy

#